Facebook YouTube Google+ Instagram National geographic
  Photo Gallery
clicca per ingrandire
LE 10 REGOLE DEL BUON ESCURSIONISTA
08/02/2019
Europa
Italia



La natura va vissuta in tutto il suo splendore, ma avendo sempre rispetto dei luoghi che andremo a visitare. Escursionisti o improvvisati tali che si riversano sui sentieri di Alpi ed Appennini sono tantissimi, spesso senza un’adeguata preparazione fisica né tecnico-organizzativa. Tutti sappiamo che l'escursionismo fa bene a corpo e mente ragion per cui va affrontato con il giusto approccio, senza rischiare di perdersi o farsi male, rovinando la giornata non solo a se stessi ma anche agli altri. Ecco le 10 regole da seguire.

1 SCEGLIERE UN PERCORSO ADATTO ALLA PROPRIA ESPERIENZA E FORMA FISICA

L’autoselezione è fondamentale. Spesso si fa l’errore di sovrastimare le proprie capacità, bisogna essere consapevoli dei propri limiti per non trovarsi in pericolo. In Italia i sentieri sono classificati secondo un ordine ben preciso che in dica il grado di difficoltà. Le categorie sono 4: turistico (segnalato con la lettera T), escursionistico (lettera E), escursionistico per esperti (lettere EE) e escursionistico per esperti con attrezzatura (lettere EEA) ossia le vie ferrate. Se siete dei principianti vi consiglio di rimanere su un percorso contrassegnato dalla lettera T, solo in seguito ci si potrà cimentare in qualcoaa di più impegnativo.

 2 STUDIARE PREVENTIVAMENTE IL PERCORSO CALCOLANDO: DISLIVELLO, DISTANZA E TEMPI

I sentieri hanno quasi sempre delle indicazioni, almeno dovrebbero. Ci sono cartelli di inizio percorso in cui viene indicato il gradi di difficoltà, la distanza da percorrere, il dislivello da superare ed il tempo stimato. Tutto questo è preferibile però saperlo prima di arrivare sul luogo di partenza per non avere brutte sorprese. Come fare? Oggi è semplice, basta digitare sul web il nome del sentiero che si vuole fare e tutte le informazioni necessarie saranno a vostra disposizione, ovviamente fatr sempre molta attenzione alla fonte della notizia.

 3 VALUTARE LE CONDIZIONI METEREOLOGICHE

Controllate attentamente le previsioni meteo fino al giorno prima dell'escursione e se il tempo è incetro anche il giorno stesso. Non fatevi cogliere impreparati da pioggia o temporali improvvisi che potrebbero mettervi a dura prova.

 4 AVVISARE ALMENO UN AMICO/PARENTE DICENDO: DOVE SI STA ANDANDO, TEMPO STIMATO, MEZZO DI TRASPORTO

E’ fondamentale! Può sembrare una banalità, ma posso assicurarvi che non lo è. Durante un’escursione si spera sempre che tutto vada per il meglio ed il nostro pensiero è focalizzato solo sul godimento della giornata, ma vi garantisco che può bastare anche un piccolo errore per trasformare una giornata piacevole in un incubo. Ragion per cui avvisare amici o familiari di dove si sta andando e del tempo stimato è importante per allertare eventuali soccorsi in caso di veri imprevisti.

 5 PORTARE SEMPRE LA CARTA TOPOGRAFICA DEL PERCORSO ED UNA BUSSOLA

Non mi rivolgo ai principianti che ovviamente non sanno leggere una carta topografica ne orientare una bussola, ma agli escursionisti esperti o presunti tali. Va bene avere con sè il GPS o l'ultima APP scaricata sul cellulare, ma ricordate che le uniche cose che non vi abbandoneranno mai sono carta e bussola. Chiunque decide di affrontare da solo o con pochi amici un’escursione deve sempre avere con sè carta e bussola, anche quando il sentiero sembra facile! I principianti invece dovranno sempre accertarsi che la loro guida sia munita di carta e bussola (buon metodo per valutarne la professionalità). 

 6 UTILIZZARE SCARPE ADATTE AL TERRENO ED ALLE CONDIZIONI METEREOLOGICHE

Fare trekking significa camminare su sassi, pietre, terreni scivolosi o sdrucciolevoli, pozzanghere infangate e molto altro ancora. Le scarpe sono fondamentali e non avere quelle giuste significa nella migliore delle ipotesi, scivolare, nella peggiore rompersi una gamba o ferirsi in altre parti del corpo. Fatevi consigliare dai più esperti e scegliete la scarpa adatta! 

 7 VESTIRSI CON CAPI TECNICI ED A STRATI (OVE NECESSARIO)

Soprattutto in montagna, ma non solo il meteo è mutevole. Partite con capi tecnici e vestitevi a strati, togliendo e mettendo quello che serve in caso di pioggia, freddo, caldo, sudore eccessivo e vento. Utilizzate capi traspiranti in lycra o similari, evitate il cotone. Portate sempre una giacca antivento e antipioggia se il meteo è incerto.

8 PREPARARE LO ZAINO CON CALMA SENZA DIMENTICARE NULLA

Lo zaino si prepara la sera di prima dell’escursione con calma e senza dimenticare nulla. Portate il necessario, ma non elemosinate una t-shirt in più. Lo zaino deve essere da escursionismo con schienale ergonomico, la vostra schiena vi ringrazierà. Lo zaino è il compagno fedele di qualsiasi escursionista, quindi sceglietelo di buona qualità e non guardate al prezzo, perchè se scelto bene vi durerà per molto tempo. Le caratteristiche fondamentali sono: comodo, confortevole, areato, buona tenuta all'acqua, dotato di cover rain e sufficientemente capiente. 

9 PORTARE SEMPRE UN KIT DI PRIMO SOCCORSO E UN KIT SURVIVAL

Il kit di primo soccorso è importantissimo, può essere utile non solo per voi ma anche per qualche escursionista in difficoltà. Il kit survival non è il kit per andare nella foresta amazzonica, ma semplicemente un coltellino multiuso, un fischietto per chiamare aiuto, una lampada frontale, accendino e un cordino da parà. Nel caso andiate oltre i 2500 metri di quota portare anche qualche diuretico come il Diamox che serve per eveltuali sintomi dovuti all’alta quota.

10 BERE E MANGIARE REGOLARMENTE

Una bella pizza ed un bel bicchiere di vino sono sicuramente sempre un’ottima scelta, ma non quando si fa un’escursione, meglio deliziarsi con queste ed altre prelibatezze quando si è finita l’escursione. POrtate con voi cibi legggeri da consumare regolarmente ed in piccole dosi come barrette di cereali, cioccolata, frutta fresca e secca. Se avrete tempo anche un panino con prosciutto e grana. Più del cibo però è importante bere sempre e regolarmente, mai aspettare di avere sete. E' il modo più efficace per mantenere il corpo sempre perfettamente idratato e lucido.





Resta sempre aggiornato con la Newsletter di Backpacker Adventure.
Contattami per approfondimenti o collaborazioni.