Facebook YouTube Google+ Instagram National geographic
  Photo Gallery
clicca per ingrandire clicca per ingrandire clicca per ingrandire clicca per ingrandire clicca per ingrandire
NENET EXPEDITION - SIBERIA ARTICA 11-26 MARZO
Asia
Siberia Artica



E’ un’avventura estrema. La spedizione toccherà in pieno inverno uno dei posti più impervi ed inaccessibili del pianeta: la Penisola di Yamal nella Siberia Artica. Per partecipare a questa spedizione bisogna essere in ottime condizioni psicofisiche e soprattutto consapevoli delle grandi difficoltà a cui si andrà incontro. Occorrono flessibilità e capacità di adattamento ad ogni situazione, AUTOSELEZIONE e consapevolezza sono i requisiti giusti prima di decidere se si può affrontare un'avventura simile. Essere coscienti, motivati e determinati, sapendo che saremo sempre una squadra ma al tempo stesso ciascuno di noi dovrà saper badare a sé stesso senza diventare un peso per nessuno. Chi capisce e riesce a godere di questo è il partecipante perfetto, colui che avrà la fortuna di vivere un'esperienza unica e indimenticabile. 

Lo scopo di quest’avventura è di entrare in contatto con i Nenet, uno degli ultimi popoli indigeni del pianeta, pastori nomadi che ancora oggi, grazie alla localizzazione estrema, sono riusciti a mantenere intatta la propria identità culturale. I Nenet si muovono nella sconfinata penisola di Yamal che nella loro lingua significa "Edge of the World" ossia “Confine del mondo”.
Come tutti i popoli indigeni del pianeta anche i Nenet sono nomadi ed animisti, vivono in simbiosi con la natura e la renna per loro è un animale sacro. Da questo animale ricavano pellicce per proteggersi dal gelo artico, coperture per le loro tepee (tende coniche) e cibo, infatti l’alimentazione è a base di carne di renna cruda. I Nenet sono tra i popoli tribali più tradizionalisti del mondo e hanno rotte migratorie che possono portarli a muoversi per oltre 2000km in un anno, si muovono usando slitte in legno fatte a mano e trainate da renne. Parlano una lingua completamente diversa ed estranea al russo.


La spedizione parte da Mosca, dove ci attende il nostro treno che prima di inoltrarsi nella tundra artica percorrerà un tratto della famosa transiberiana. Tre giorni e due notti in treno non basteranno per arrivare a destinazione, ed allora lasciata la linea ferroviaria ci aspetta il possente Trekol, fuoristrada artico a 6 ruote motrici con cui continueremo il viaggio solcando le zimnik, strade invernali temporanee ricavate sulla superficie ghiacciata dei fiumi o semplicemente utilizzando neve e ghiaccio compattati. Ma non è finita qui! Arrivare dai Nenet in pieno inverno non è per nulla facile ed allora dopo aver chiesto informazoni alla gente locale, lasciamo il Trekol e l’ultimo scampolo di mondo conosciuto. I mezzi di trasporto adesso sono slitte di legno (con viveri ed equipaggiamento) attaccate al retro di motoslitte. L'infinita tundra artica ci dà il benvenuto. Il tempo necessario per arrivare alla meta finale sarà legato alla posizione esatta del campo Nenet.
Eccoci finalmente pronti a vivere un’esperienza unica: vivere per sei giorni a stretto contatto con i Nenet, mangiando, dormendo e trascorrendo con loro l’intera giornata. Il mondo occidentale è lontano, nessun modo di poter comunicare, se non per emergenza, la natura selvaggia ci avvolge. Se saremo fortunati potremo ammirare l’aurora boreale che qui si esprime in modo commovente, riuscendo a raggiungere picchi molto elevati e regalando scene impareggiabili. In questi giorni non ci sarà un programma precostituito, i Nenet non fanno dimostrazioni per turisti, saremo loro ospiti e non faremo altro che condividere il loro quotidiano, prendendo parte alla loro antica cultura. Osserveremo il pascolo della loro mandria, che può in alcuni casi contare fino a 5.000 renne, assisteremo alla presa del cervide con il lazo ed il suo strangolamento nei rituali sacrificali, a cui segue il pasto a base di carne cruda e sangue come tributo agli Dei. Se previsto, potremo migrare in un nuovo campo, tagliare alberi per la legna da ardere, raccogliere ghiaccio o neve per l'acqua, fare nuove slitte o semplicemente cucire vestiti di pelliccia. Chi farà parte di questa spedizione sarà un uomo fortunato per il semplice fatto di aver vissuto un’esperienza fuori dai percorsi turistici, in uno dei luoghi più incredibili ed estremi del mondo.

 

  • DA SAPERE

Per ragioni tecnico-operative l'itinerario potrà essere modificato dalla guida e/o accompagnatore in qualunque momento se ritenuto necessario e nell’interesse del gruppo. Il viaggio è una vera e propria spedizione adatta a viaggiatori esperti, motivati e spinti dalla curiosità di conoscere e scoprire popolazioni che ancora vivono seguendo i ritmi della natura. La zona da visitare è una delle aree più remote del mondo, quindi l’organizzazione del viaggio è particolarmente difficile. È richiesto UN ELEVATO SPIRITO DI ADATTAMENTO ED UNA BUONA CONDIZIONE FISICA, dato che ci sono diversi giorni in cui dormiremo in tepee (tende coniche rivestite con pelli di renna) con temperature MOLTO rigide. Il bagaglio deve essere costituito da un borsone impermeabile da spedizione e da uno zaino per il bagaglio a mano. Non ci saranno portatori o aiuti particolari, quindi l’equipaggiamento personale dovrà essere trasportato ovunque ed in qualsiasi situazione con le proprie forze. Eventuali inconvenienti e disagi durante la spedizione non potranno essere motivo alcuno di lamentele in quanto parte del viaggio stesso.

 

N.B. Trattasi di una spedizione estrema adatta solo a viaggiatori esperti. Maggiori informazioni sul viaggio saranno date solo dopo un contatto telefonico in cui sarà valutato il reale interesse del potenziale partecipante. Per informazioni sul costo e modalità di prenotazione clicca MODULO D'ISCRIZIONE

Per contatti chiamare 331.5484558

Il viaggio è organizzato dalla VIA - Viaggi in Avventura Srl 

P. IVA 09229241006
Autorizzazione attività Tour Operator e Agenzia di Viaggio n. 4146/09 rilasciata dalla Provincia di Roma
Polizza Responsabilità Civile: Allianz Spa n. 112367608
Polizza Copertura Contro il Rischio Insolvenza ai sensi di quanto previsto dall’art. 50 del D. Lgs. N. 79/2011: CBL Insurance Europe Limited - Polizza N. IT/MGA/FFI/00738/2018 





Resta sempre aggiornato con la Newsletter di Backpacker Adventure.
Contattami per approfondimenti o collaborazioni.