Facebook YouTube Google+ Instagram LinkedIn National geographic
  Photo Gallery
clicca per ingrandire
127 ORE
03/09/2014



"La vita è quello che ti succede quando stai facendo altri progetti."

  John Lennon

Aron Ralston è un giovane e brillante ingegnere amante delle escursioni in solitaria, alla continua ricerca di nuove e stimolanti sfide. Durante un trekking nel Canyonlands National Park dello Utah, precipita in fondo ad un crepaccio, dove rimane bloccato cinque giorni con mano e parte dell'avambraccio schiacciati da un masso smosso accidentalmente durante la caduta. Quando sembra ormai sopraggiungere la fine, Aron, ormai stremato e disidratato, trova la forza interiore di prendere l'unica soluzione, sebbene estrema, che lo restituisca alla vita.
Tratto dal libro "Between a Rock and a Hard Place", con il quale lo stesso protagonista ha voluto raccontare la sua drammatica vicenda.

Il film diretto abilmente da Danny Boyle rende protagonista James Franco che interpreta appunto Aron Ralston. “127 Ore” lo si ama lo si odia. E’ un film che non si dimentica per giorni e giorni grazie ad una combinazione di elementi che ne fanno un film davvero sensazionale. La storia vera e ad altissima tensione innanzitutto; la straordinaria interpretazione di Franco, nonché lo stile inconfondibile di Boyle che riesce a rendere estremamente movimentato un film che si svolge quasi interamente in un unico e angusto luogo. Un racconto che è sì di sopravvivenza, un racconto che vuole indagare sul rapporto di amore e odio tra l’uomo e la natura, ma che soprattutto si rivela essere l’attento ritratto di un ragazzo che sente vicinissima la sua ora e che ripensa alla sua vita, alla famiglia, alle prime volte nel canyon, agli amori.  Ralston ricorda gli amici, le amanti (Clémence Poésy), la famiglia e le due escursioniste (Amber Tamblyn e Kate Mara) incontrate poco prima e, nel corso di cinque giornate, combatte contro gli elementi e i suoi stessi demoni, fino a scoprire di avere il coraggio e la volontà di liberarsi a qualunque costo.

Il Regista vuole soffermarsi sul peso che il destino esercita sulle nostre vite, sull' impossibilità di opporsi ad un progetto più grande e misterioso e che spesso ci mette alla prova in modi imperscrutabili. Insomma, Boyle vede la storia dell'alpinista americano come una sorta di punizione divina che implacabile si scaglia sul protagonista, resosi colpevole di egoismo e arroganza. La natura stessa lo blocca, costringendolo a fermarsi e a rivedere le proprie priorità, cosicché Aron si trova a dover fare i conti con la sua vita, con le decisioni prese in passato e con le conseguenze che queste hanno avuto sulla sua esistenza.

Titolo: 127 Hours
Nazione: USA
Genere: Drammatico
Durata: 105 min.
Regia: Danny Boyle
Interpreti: James Franco, Kate Mara, Lizzy Caplan, Amber Tamblyn.
Uscita: 2011
Sito Ufficiale: 127 Hours



Resta sempre aggiornato con la Newsletter di Backpacker Adventure.
Contattami per approfondimenti o collaborazioni.