Facebook YouTube Google+ Instagram National geographic
  Photo Gallery
clicca per ingrandire clicca per ingrandire
MYANMAR: IL PAESE D'ORO 26DIC-7GEN
Asia
Myanmar



Partiamo da Yangon, una città sospesa tra presente e passato, come del resto tutto il paese ancorato ancora ad una storia intensa. Il centro della città si snoda attorno al quartiere della Pagoda di Sule, in un grandioso stile coloniale. Il fiume Irrawady scorre parallelo ai boulevards. Immancabile sarà la visita alla magnifica Swedagon Pagoda, uno stupa alto 98 m ricoperto da 14 tonnellate di oro zecchino e pietre preziose, con attorno 64 tra templi, cappelle e padiglioni. Lasciamo Yangon per visitare Kyaikthyio, la "Roccia d'Oro". Un monte ritenuto sacro, su cui c’è un grosso masso coperto di sfoglie d’oro situato prodigiosamente in equilibrio sul bordo di una roccia. Sulla cima del masso è adagiata una piccola pagoda dorata che contiene una reliquia del Buddha.Con un autobus notturno ci trasferiamo a Mandalay, ultima capitale imperiale e il maggiore centro religioso del paese. Qui visitiamo l’affascinante Amarapura e il più grande monastero del Paese, il Mahagandhayon che ospita oltre mille monaci. Proprio accanto, le acque poco profonde del lago sono attraversate dal U Bein, il ponte in tek più lungo del mondo, circa 2 km. Visitiamo Mingun, l’antica città reale a soli 11 km da Mandalay, situata sulla sponda opposta del fiume. Qui la vita sembra essersi fermata al secolo scorso. La zona archeologica ospita l’immensa pagoda incompiuta, ormai un ammasso di mattoni simile ad una montagna e la campana più grande del mondo, circa 90 tonnellate.

Ed eccola! Bagan, la località più affascinante del paese ci accoglie con forte spiritualità. Si pensa che probabilmente qui siano stati costruiti più di 13.000 tra templi, pagode e altre strutture religiose, ma ora ne rimangono circa 2000. Un patrimonio unico, tra i siti archeologici più significativi del Sud-Est asiatico e del mondo. La zona archeologica comprende innumerevoli pagode scenografiche come la splendida Shwezigon pagoda, il cui stupa è diventato il prototipo per tutte le altre pagode in Myanmar; il tempio in stile indiano Gubyaukgyi, costruito nell’anno 1113dc, adornato internamente di affreschi raffiguranti la storia di Buddha. Un altro dei templi più suggestivi che si visiterà è Ananda risalente all’anno 1100dc, voluto dal re Kyanzittha, figlio di Anwaratha. Costruito con bianche guglie a voler simboleggiare le cime innevate delle montagne Himalayane, ospita all’interno 4 statue di Buddha in piedi, alte 9 metri. Adesso ci aspetta la parte più emozionante del viaggio, il mistico lago Inle. Un lago che tocca il cuore di chiunque lo visiti per la magia dei suoi panorami. Solcheremo le sue acque a bordo di una motolancia incontrando una popolazione unica, quella degli Intha, che abita sulle acque del lago su palafitte. Vedremo i pescatori che remano con la gamba e pescano con una speciale nassa conica, i giardini galleggianti costruiti con fango e giacinti d’acqua e ancorati al fondo con pali di bamboo. Prima di rientrare al pontile attraversiamo una foresta di alti bamboo e visitiamo il monastero di NgaPhaKyaung, famoso un tempo per i gatti addestrati dai monaci. Un volo ci riporta a Yangon e dopo un’ultima visita alla città ed al mercato di Bogyoke, non ci resta che salutare questo meraviglioso paese per rientrare in Italia.

Prezzo del viaggio € 2.690,00* incluso voli intercontinentali e tasse aeroportuali.

*quota valida con conferma entro il 15 luglio 2019. Per maggiori dettagli SCARICA PROGRAMMA DETTAGLIATO

Per iscriversi al viaggio invia una mail a prenotazioni@backpackeradventure.it

SCARICA PROGRAMMA DETTAGLIATO




Resta sempre aggiornato con la Newsletter di Backpacker Adventure.
Contattami per approfondimenti o collaborazioni.